ER  FIJO

 

Me dichi 'n prospero!
tu voi sap da me
che cos' 'n fijo?

Un fijo,
'n ficorello cazzuto,
vicino a 'n vecchio fico
ormai appassito,
che te spernacchia er tempo
e che proclama ar vento
"Mo l'avvenire mio!"

Un fijo,
rivedesse allo specchio
pe pot d a te stesso
"Dio com'ero bello
tant'anni fa,
senza na ruga 'n faccia
e 'n filo de malizia
ner cervello!"

Un fijo,
'na speranza segreta,
rinchiusa dentro ar core:
che la pi mejo parte
de te stesso
possa ner tempo, che
verr in appresso
vince la lotta contro
er monno 'nfame!

Ma un fijo pure
magnasse er grasso der core,
'gni vorta che lo vedi
ch'esita, tentenna, sbaja,
cedendo alle lusinghe dell'amore!

E tu,
che je vorresti d quell'esperienza,
ch'in fonno a te se spreca,
tendi, offri......ma lui
te sorride, ammicca
e se ne frega!